mercoledì 7 marzo 2018

BAGLIORI DI EPOPEA


Dopo le memorie di   Italo Balbo e di Aurelio Maria Pizzo  sulla rivoluzione fascista, è la volta di pubblicare gli introvabili ricordi della Marcia su Roma  di Carlo Scorza : ecco  pubblicato il suo  libro di memorie, introvabile da decenni, su quelli che potremmo definire gli “ anni ruggenti” della storia d’ Italia, sui quali grava una censura soffocante da oltre 70 anni.

Due parole sull’ Autore.

Nel 1909, insieme alla famiglia, si trasferisce a Lucca, dove si diplomerà in ragioneria. Allo scoppio della Prima guerra mondiale si arruola come volontario nei Reparti d'Assalto dei Bersaglieri, raggiungendo nel corso del conflitto il grado di tenente e meritando tre medaglie di Bronzo al Valor Militare. Il 14 dicembre 1920 si iscrive ai Fasci di Combattimento che poi si trasformeranno nel Partito Nazionale Fascista (PNF) Nello stesso anno, diventa giornalista professionista.

Dirige le squadre d'azione lucchesi ed è organizzatore della spedizione di Valdottavo, conclusasi tragicamente il 22 maggio 1921 con la morte di due squadristi ed il ferimento di numerosi altri che viaggiavano a bordo del camion caduto in una scarpata a causa dei massi fatti precipitare dagli antifascisti. Diviene direttore de L'Intrepido, in seguito è tra i fondatori de Il Popolo Toscano e, dal 1931, è direttore di Gioventù Fascista. Nel 1928 diviene Presidente della F.N.A.I. (Federazione Nazionale Arditi d'Italia).

Fu l’ ultimo segretario del Partito Nazionale Fascista.

Link ufficiale del libro :






( Apprendiamo ora di un vile attentato compiuto da antifascisti fuori tempo massimo - settanta anni dopo..-  alla sede di Trento del movimento di Casa Pound.  Le edizioni della Lanterna e questo blog vogliono manifestare la più totale solidarietà a e vicinanza a Casa Pound,  lasciata sola in balia della violenza comunista,  come sempre, dalle istituzioni “ democratiche “ e dai soloni della politica troppo intenti a badare alle alchimie del potere per preoccuparsi della incolumità dei cittadini. Soprattutto se “ fascisti”…

Già sappiamo che la solerte magistratura italiana, correa di ogni forma di antifascismo, si guarderà bene ache dal cercare gli autori dell' attentato..) 

Edizioni della Lanterna