martedì 12 settembre 2017

IDEE CHIARE


Leggevo la rivista "L'Etiopia chiama", che mi arriva perchè tra me e mia moglie abbiamo adottato a distanza da anni un bel po' di bambini :  ho letto delle cose interessanti: con 15 euro al mese si risponde ai bisogni primari (cibo nutriente, acqua potabile istruzione e cure sanitarie) di un bambino in un villaggio; con 80 euro al mese invece si mantiene un bambino disabile o sieropositivo in ospedale garantendogli cure mediche adeguate, terapie riabilitative ed assistenza continuativa.

Ora mi domando : per quale motivo etico o logico dobbiamo spendere 35 euro al giorno sufficienti per mantenere 70 bambini al mese,  per un testa di cazzo, finto profugo, che arriva col sogno di fare il calciatore sapendo benissimo che in un modo o nell'altro lo dovremo mantenere?

 Con 400 euro l'anno in Etiopia si paga l'università ad una ragazza che potrà cambiare il futuro del suo  paese. A Dembi Dolo ci sono 6000 VERI SFOLLATI a cui si possono pagare 10 pasti con 10 euro.

Perchè tutto questo?

In 100 villaggi ci sono 50.000 bambini che si possono aiutare con i costi di 3 barconi di merda ritirati a domicilio, questo perchè non abbiamo il coraggio di intraprende le azioni corrette per interrompere questa presa per il culo spacciata pure per un "arricchimento culturale" .........  ma andate affanculo,  cattopiddini di merda che non siete altro !

LA BRACE SIA CON VOI !

M.B.