lunedì 5 settembre 2016

UMORISMO LAICO , CIOE' LAIDO


“Terremoto all’italiana: penne al pomodoro, penne al gratin, lasagne”.

Pensavamo fosse un fake, lo abbiamo sperato, invece no: non è una bufala la vignetta di Charlie Hebdo che si prende gioco delle 294 vittime del sisma che ha colpito il Centro Italia il 24 agosto scorso.

A pagina 16 del numero in edicola, un uomo e una donna ricoperti di sangue e con i vestiti stracciati sono uno accanto all’altra, i volti sono quelli dell’angoscia, a seguire una montagna di cadaveri, di corpi esanimi: un nauseabondo menu tricolore secondo la rappresentazione del settimanale satirico francese.

La cui redazione, ricorderete, venne colpita il 7 gennaio 2015 da un attacco terroristico compiuto da Saïd e Chérif Kouachi, dichiaratisi affiliati di Al-Qaeda: i morti furono 17. Quel giorno, e i giorni e le settimane e i mesi dopo, partì la campagna “Siamo tutti Charlie” in difesa della libertà d’opinione e della libertà di stampa, intesi in senso “ laico e ateo”.

Personalmente non spesi una lacrima per quei vignettari osceni.

Pagliacci che  avete dichiarato “ siamo tutti Charlie “, dove siete ?

Ridete ora, sul sangue dei morti del terremoto, e magari anche di Marisol Piermarini,18 mesi, morta sotto le macerie di Amatrice.

State comunque tranquilli e non correte sotto i grembiulini del vostro Maestro di Loggia : nazionalisti italiani che vengano ad ammazzarvi in redazione non esistono…


REDAZIONE DI DISSONANZE


POST SCRIPTUM :

Per chi non lo sapesse, Charlie Hebdo è di proprietà ROTHSCHILD :


Inoltre, il proprietario iniziale  nonché fondatore e caporedattore di Charlie Hedbo fu Bernard Maris, fratello massone e alto dignitario del Grande Oriente di Francia, anch'egli morto tragicamente nel celebre attentato