lunedì 7 ottobre 2013

COSI' PARLO' IL GRAN RABBINO VENERABILE....


Di : Giuseppe Garibaldi

Ovadia Yosef è morto. E’ venuto meno un vero e proprio faro di luce spirituale.
Come ? dite che non sapete proprio chi cavolo sia questo grand’ uomo ebreo ? Volte saperne di più, circa questa nobile figura della spiritualità made in Sion ?
 Pensate che questo rabbino svelò a noi stolti Goyim il vero motivo della nostra esistenza! Senza di lui avremmo vissuto nelle tenebre della ignoranza spirituale.
Proprio così !
Così parlò il Grande Rabbino Ovadia Yosef, illuminato di scienza divina : disse che i non-ebrei esistono solo per servire gli ebrei e che la vita di un non-ebreo è equiparabile a quella di un asino da soma.(1) .
Ben gentile, vero ? Non vorrete mica dire che era un bieco razzista eh, ? Bestie ! Così volete offendere la memoria di chi illumina le vostre asfittiche menti. Bestie che non siete altro. Bestie ingrate.
Ora, sui siti delle comunità ebraiche mondiali, anche italiane, questa nobile figura di maestro  giudeo viene meritoriamente  celebrata in modo elegiaco. Beccatevi il coccodrillo ufficiale dei suoi confratelli in Sion, cercando di trattenere le lacrime :
“La Comunità Ebraica di Roma piange la morte di Rav Ovadia Yossef e si unisce al lutto della famiglia. Rav Ovadia Yossef è stato il pilastro del mondo ebraico sefardita al quale ha ridato dignità, forza religiosa e forza politica. Gli insegnamenti di Rav Ovadia sono un riferimento imprescindibile per qualsiasi decisione di halachà (legge) attuale.
Il figlio, che è stato da poco nominato nuovo Capo Rabbino d’Israele, ha raccolto in molti volumi l’insegnamento paterno: è la tradizione che cresce e si trasmette. Il mondo ebraico perde una grande guida, ma il suo insegnamento rimane e lascia il segno”.(2)
Lo dichiara in una nota il Rabbino Capo, Riccardo Di Segni. Se lo dice lui, c’è da crederci.
Dunque, Il Rabbino capo di Roma fa riferimento agli "insegnamenti" di Yosef molteplici volte :  se ne deduce che sottoscriva le ben note dichiarazioni del Rabbino Yosef relativamente all'inferiorità razziale dei non-ebrei.
Il vecchio Yosef, semplicemente, diceva ad alta voce quello che tutti gli ebrei pensano davvero... E' il Talmud a insegnarglielo! Do you remember la quindicesima benedizione con cui i pii giudei pregano ( ? ) in sinagoga per lo sterminio dei cristiani e dei non ebrei ? ( 3 )
E non pensiate affranti che il vostro ammaestramento sia finito, bestie che siete :Gioite !   Il defunto Gran Rabbino di Israele  avrà sì lasciato questa ingrata valle di lacrime per andare a cogliere nell’ altro mondo la giusta ricompensa per i suoi insegnamenti morali,  ma per la nostra salute spirituale ha lasciato il figlio, gran rampollo di cotanto padre che ha già assunto l’ empirea cattedra di Capo rabbino di Israele.
( Dite che sperate  che almeno la Protezione Animali vi difenda da cotanto maestro di saggezza… ? ……..E non mettetevi pure a fare  segni scaramantici irriferibili, razza di antisemiti razzisti e discriminatori,  che non siete altro  !)
Naturalmente, alla stampa, alla politica, alla magistratura e a tutti gli organi del nostra repubblichetta democratica sottomessa a Sion, tanto solerti nel reprime il "razzismo" dei goyim, è sfuggito tutto... Neanche una quereluccia per istigazione all’ odio razziale al vecchio Yosef, che ha riempito tomi ( 4) della sua saggezza giudaica  ( 5 ) che il figlio amorevole tramanderà alla posterità ?
E' tutto "normale", asinelli miei:
è normale che la guida spirituale di un paese straniero con molta influenza nel governo ci definisca "servi" e "asini",
è normale che le comunità ebraiche mondiali celebrino tale personaggio,
è normale che nessuno dica nulla in proposito,
è normale che persino su giornali nazionali si parli della morte di questo venerabile rabbino , con fare contrito – direi quasi di asini bastonati - , ma allora aveva ragione Yosef Ovadia! - siamo degli asini al servizio degli ebrei! altrimenti tutto questo non si spiega!
Io, personalmente, non ho nessuna intenzione di essere un asino degli ebrei, ed è ora che tutti gli italiani, tutti gli europei rifiutino la carota dell'ebreo e si alzino in piedi per difendere la nostra libertà e la nostra dignità !
la celebrazione da parte dell'ebraismo mondiale di questo Rabbino che ci ha definito, tutti, "Asini da soma" palesa chiaramente quale sia la reale idea degli ebrei nei nostri confronti, le loro azioni lo hanno dimostrato, ora lo dimostrano anche le parole...In fondo, siano bestie e possono dircelo in faccia, no ?
Hanno fatto tanto chiasso per "l' oragutan" dato da Calderoli alla  Kyenge, e ora che un Giudeo ci da dei "servi" e degli "asini", cala il silenzio?! che razza di ipocrisia è questa?!
Benchè si adontino a sentirselo dire ,controllano i nostri media, le nostre banche, il nostro Governo, ci insultano, ci definiscono Asini, Servi, ci deridono e ci fanno anche la morale!?
Nel frattempo ci facciamo governare da Letta....
Siamo proprio bestie.
Parola di gran Rabbino, maestro di spiritualità.
  Giuseppe Garibaldi
 NOTE :
1)      Pubblichiamo il link che riporta testualmente la concezione dei non ebrei secondo il  pensiero del reverendo rabbino, nel caso non lo credeste possibile :   http://www.jewishjournal.com/israel/article/sephardi_leader_yosef_non-jews_exist_to_serve_jews_20101018
3)      Ecco il testo della maledizione rituale giudaica :
4)      Sperando che la loro pubblicazione dell’ opera omnia del Gran Rabbino Venerabile  non la facciano pagare a noi, secondo consolidata consuetudine ebraica  : http://edoardolongo.blogspot.it/2011/08/il-popolo-non-ha-pane-dategli-talmud.html
5)      Quella l’ abbiano fatta noi :

Nessun commento:

Posta un commento