mercoledì 12 giugno 2013

DENUNCIATA LA COMUNITA' EBRAICA IN ITALIA PER I RITI DI ODIO E DI MALEDIZIONE

COMUNICATO STAMPA DELLA DIFESA DEL DOTT . ALFRED OLSEN TITOLARE DEL SITO " HOLY WAR" - 13.06.2013.


E’ noto un quadro di sistematica aggressione ai diritti  democratici elementari di libertà di critica e di espressione portata avanti in questi mesi nella colonia – Italia da parte della lobby ebraica, fattasi ancora più aggressiva a seguito di saldatura con alcuni spezzoni  liberticidi della già scadente magistratura italiana.
Fra questi casi di aggressione giudiziaria a mano armata nei confronti di realtà politico – culturali critiche verso il sionismo internazionale, vi è il caso Holy war avanti alla procura della repubblica di Bolzano.
Un pubblico ministero di questa città , su pressione della lobby ebraica e su input della stessa comunità ebraica romana , ha disposto l’ oscuramento sul territorio della repubblica italiana del sito Holy war  (  http://holywar.org/    ) .
 Il fatto, di per sé, è indice di scarsissimo rispetto dei diritti di libertà di pensiero garantiti dalla Costituzione Italiana ( art. 21 ) e dagli organismi internazionali dei diritti dell’ Uomo, è ha un precedente analogo solo presso la repubblica cinese comunista e in qualche altra satrapia medio- orientale.
Nei giorni scorsi il dott. . Alfred Olsen, titolare del sito, attraverso il suo legale ( l’ avvocato Edoardo Longo ) ha depositato un articolato atto di querela nei confronti della comunità giudaica romana e di alcune testate internet ebraiche, particolarmente aggressive e diffamatorie nella loro “ crociata sionista” contro la libertà di pensiero.
La querela ricorda come ogni giorno presso le sinagoghe giudaiche della colonia – Italia vengono recitate dai “ pii giudei” delle autentiche maledizioni nei confronti dei non ebrei, con l’ invocazione rituale al loro sterminio. Trattasi di crimini gravissimi di incitazione all’ odio che si chiede che la magistratura provveda a  reprimere giudizialmente e a impedire.
Nella medesima querela si ricorda anche che la comunità ebraica in Italia – in particolare quella romana – è di fatto un nido di spie al servizio di una potenza nucleare straniera ( Lo stato di Israele ) e le sue battaglie pseudo – moralistiche altro non sono che  atti di ingerenza dello stato di Israele in Italia, volti alla attuazione da noi degli interessi politici di questa potenza straniera e come atti di ingerenza straniera dovrebbero essere repressi e inibiti. Desta anche sconcerto e preoccupazione che settori della magistratura italiana si prestino alla operazioni di intelligence di una potenza straniera in Italia,  in collisione con l’ interesse della repubblica italiana alla applicazione della propria carta costituzionale democratica che di fatto viene disapplicata.
L’ atto di querela del sig. Alfred Olsen è leggibile e scaricabile cliccando il seguente link :


Ricordiamo anche che i cittadini dello stato italiano possono pur sempre visitare il sito internet di Holy war “ recandosi all’ estero”, cioè collegandosi ad uno dei tanti server al di fuori della giurisdizione dello stato italiano ( orami controllato dallo stato – pirata di Israele ) , per esempio collegandosi a :

e poi, selezionata la scelta di un “ server americano”, digitare nel form l’ indirizzo del sito Holy war (http://holywar.org/  ) e cliccare, raggiungendo così il sito proibito per i sudditi della colonia – Italia.

COMUNICATO STAMPA
DELLA DIFESA DEL DOTT. ALFRED OLSEN.
VENEZIA, 13 GIUGNO, 2013 .

Consultare anche :