mercoledì 10 aprile 2013

IL POTERE SEGRETO : UNO SGUARDO NELLA TANA DEL LUPO

IL POTERE SEGRETO, UNO SGUARDO NELLA TANA DEL LUPO.

Con la lettura del "Potere Segreto" di Luigi Cabrini si ha la sensazione di entrare nei sotterranei della sinagoga, si ha la possibilità di comprendere la pervasività dell'idra internazionale ebraica e le
strategie attraverso cui essa si muove.

Le preziosissime rivelazioni contenute nel libro, giungono a noi sopratutto grazie all'eroico, enciclopedico e instancabile lavoro del fascistissimo Giovanni Preziosi - fedelissimo e stretto collaboratore del Duce, oltre che ispettore generale della razza nella Repubblica di Salò, che venne definito da Renzo De Felice(rinomato storico comunista italiano) quale: «unico vero e coerente antisemita italiano del XX secolo e certo uno dei pochissimi antisemiti italiani che non ripeteva pappagallescamente le parole e gli slogans altrui, ma che, indubbiamente, per oltre trent'anni studiò l'ebraismo italiano»(1) (il che, detto da uno storico bolscevico è più che un riconoscimento!).

Il lavoro del Preziosi fu davvero un lavoro eroico e instancabile - oltre che accurato - il Preziosi non ebbe vita facile sia prima che durante il fascismo, poiché è cosa nota che NESSUNO, in nessuna epoca, ha vita facile se critica un determinato "potere segreto"...

Il Preziosi dovette fronteggiare l'opposizione dei poteri ebraico-massonici infiltrati nel fascismo i quali vedevano nel suo lavoro di denuncia della cricca che costituivano un pericolo per le loro manovre occulte e sovversive - che proseguivano anche sotto il Duce nonostante le difese messe in atto dal regime - finalizzate alla distruzione del fascismo medesimo e del suo capo, distruzione che sarebbe dovuta avvenire - e avvenne - come dichiarato in un documento ufficiale della massoneria del Grande oriente di Francia - sotto l'egida dell'ebraico B'nai B'rith - secondo le seguenti linee guida, citate nel libro del Cabrini:

"o mediante l'eliminazione fisica del suo capo (si ricordino i molteplici attentati al duce, ndr) o per tradimento della monarchia, o in conseguenza di una guerra perdutao per effetto di una situazione economica disastrosa"(si ricordino le sanzioni promosse dalle plutocrazie giudaiche occidentali, ndr)

Questo è solo un assaggio delle profezie giudeo-massoniche contenute nel libro, che purtroppo trovarono realizzazione, abbattendo il fascismo, e consegnando l'Italia e l'Europa nelle fauci dell' ebraismo capitalista occidentale americano e dell'ebraismo bolscevico orientale sovietico: due parti contrapposte - ma non opposte - della medesima tenaglia ebraica che stritolò la vecchia europa e che oggi si sono saldate sotto l'egida del cosmopolitismo, del materialismo, del conformismo, del livellamento democratico, delle frenesia produttiva e tecnocratica… nella negazione del diritto alla esistenza dei popoli e delle nazioni, ovvero, nel  MONDIALISMO...

A occidente l'ebreo Bernard Baruch(consigliere personale di Roosvelt) e Hore Belischa (ministro della guerra inglese), a oriente l'ebreo Lazar Kaganovich (consigliere e amico di Stalin) - per non citare tutti gli altri - bisbigliavano nelle orecchie degli stolti leader:  RoosveltChurchill e Stalin le direttive per la guerra, la loro guerra: la guerra ebraica, contro il fascismo, contro la libertà dell'Europa!

D'altronde nei "falsi" Protocolli di Sion, gli ebrei, lo avevano previsto:

"Se vi fosse un genio nel campo nemico, egli potrebbe forse ancora combatterci,
ma un nuovo venuto non potrebbe competere con dei vecchi lottatori come noi,
e il conflitto fra lui e noi assumerebbe un carattere tale,
che il mondo non ne avrebbe ancora visto l'eguale.
Oramai è troppo tardi per il loro Genio. Tutte le ruote del meccanismo statale
sono messe in moto da una forza che è nelle nostre mani: l'ORO!"

(la famosa "guerra del sangue contro l'oro" di cui parlavano Hitler e Mussolini vi dice nulla?, ndr)

Ecco perchè è importante leggere il libro di Cabrini, libro messo all'indice per ben 62 anni, non solo per comprendere le vere cause della caduta del fascismo, ma anche per capire chi sono i veri nemici del mondo occidentale, coloro che ormai lo dominano a oltranza e lo decompongono giorno per giorno, ma anche i veri nemici interni alla cosiddetta "area", che, come al tempo del Preziosi, si travestono da amici per pugnalarci alla schiena, riconoscerli è facile, sono i “democratici”, i filo-semiti, i filo-sionisti, i filo-americani, i "fascistoni"(ossia i fascio-massoni, per usare un termine estratto sempre dal libro)...in una parola: i traditori dell’idea! un esempio? un ben noto personaggio FINI-to, amante delle casette a Montecarlo, delle colazioni coi Rothschild(2) con una nonna di nome Navarra che teneva in casa candelabri ebraici a sette braccia....(3)

Candelabri ebraici  come quello oggi sfoggiato a Montecitorio, disegnato sulla piazza davanti al Parlamento italiano - "liberato" dal fascismo "grazie" alle due ragioni sociali ebraiche, all’epoca in competizione, U.S.A. E U.R.S.S.(S.p.a.?!) - e infeudato oggi da un potere levantino autodefinitosi "democratico" che perseguita chiunque gli si opponga...

 Garibaldi. 

NOTE
(1) ^ Renzo De FeliceStoria degli ebrei italiani sotto il fascismo, Einaudi, 1961, p. 9.

2 commenti:

  1. ...l'entrata di Montecitorio non ci avevo mai fatto caso...ormai è davvero troppo tardi....

    RispondiElimina
  2. Egr. Avvocato, innanzitutto complimenti per il blog. Volevo consigliarLe di inserirvi "il piano Kalergi":
    http://identità.com/blog/2012/12/11/il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei/
    Cosa ne pensa?

    RispondiElimina