lunedì 27 dicembre 2010

magistratura criminale

MAGISTRATURA CRIMINALE. LA METASTASI DELLA GIUSTIZIA FRA PROCESSI POLITICI E PROCESSI "PARALLELI".



la recensione del relativo libro pubblicata dalla rivista Courrier du Continent. 

venerdì 24 dicembre 2010

L' eclissi della legalità

L' ECLISSI DELLA LEGALITA', OVVERO LA REPRESSIONE PER MANO FORENSE DEGLI AVVOCATI REVISIONISTI INVISI ALLA LOBBY EBRAICA.

I CASI STOLZ, DELCROIX, LONGO, TOYNBEE. L' IGNOBILE RIFIUTO DELLA DIFESA AGLI AVVOCATI REVISIONISTI DA PARTE DEI LORO COLLEGHI SENZA ONORE.


A lato riproduciamo l' ultimo articolo dell' avvocato Edoardo Longo prima del suo arresto illegale ( e poi annullato ), pubblicato sulla rivista Courrier du Continent.

Si tratta di un articolo quasi emblematico, perchè espone la vicenda dell' avvocato tedesco Sylvia Stolza, arrestata perchè difensore di diversi imputati revisionisti, rei solo di aver espresso critiche alla imposizione per legge e manette del " culto dell' olocausto".

L' articolo è un estratto del più ampio studio dal titolo L' eclissi della legalità, che spiega la strategia della lobby ebraica, concordata con ordini forensi e con gli apparati della magistratura sul loro libro - paga, di perseguitare gli avvocati revisionisti che difendono imputati finiti nel mirino della totalitaria lobby ebraica e delle sue pretese di imporre con le manette la dittatura del Pensiero Unico.

I casi degli avvocati Sylvia Stolza, Eric Delcroix, Edoardo Longo, e del professor Toinbee, vittime di questa strategia criminale  e del suo infame corollario costituito dal rifiuto di prestare la difesa a questa categoria di imputati.

Il testo, già pubblicato per estratto dal Courrier, dal vecchio sito antizog, dal sito TerraSantaLibera, è ora anche scaricabile cliccando


oppur cliccando il link della pagina delle Cronache di Forcolandia :

http://it-it.facebook.com/pages/Cronache-da-Forcolandia/120344684694348?v=wall

   Una analisi inquietante e da diffondere. . 

mercoledì 22 dicembre 2010

antizog aperto o chiuso ?

IL NUOVO ANTIZOG  QUASI A QUOTA 3.000 VISITE.  IL PUNTO SUL "VECCHIO ANTIZOG". APERTO O CHIUSO ?

Innanzi tutto voglio ringraziare gli affezionati Lettori che stanno già decretando il successo di quuesta nuova versione del " mitico " antizog, divenuto archivio privato dopo oltre centomila visite.

Il "nuovo" blog sta già raggiungendo " quota tremila" in poco più di un mese di apertura e senza pubblicità.Con un picco di circa 200 visite solo nella serata di ieri.

 Grazie : ciò significa che il valore informativo di questa libera testata non è irrilevante. Ed infatti dà molto fastidio a qualcuno ....

Diversi lettori ci scrivono per chiederci notizie  circa la chiusura del vecchio blog.

Io stesso, nel post di apertura il 28 ottobre ( la data è una coincidenza, credetemi ..) dissi che il blog era stato oscurato da alcuni giorni e non avevo avuto ragguagli dal titolare della piattaforma .

I ragguagli sono arrivati e, come anticipato, posso essere in gado di informare i Lettori.

Il vecchio blog era stato oggetto di un violento hackeraggio durante l' estate scorsa e io già intuivo che erano iniziate le manovre in " grande stile" stile per arrivare ad un chiusura in termini violenti, posto che la magistratura più e più volte si era pronunciata dicendo che antizog era legale e non poteva essere oscurato.

Pubblicheremo nelle prossime settimane queste sentenze, come già avevo anticipato a maggio.

Fu così che il titolare della vecchia piattaforma mi inviò una mail dandomi un termine strettissimo per decidere se cancellare il sito oppure renderlo privato, cioè un archivio consultabile solo dal sottoscritto.

Non avendo controllato la posta elettronica in quei giorni, il termine era decorso e il titolare aveva cancellato antizog. Protestai, preciando di non avere letto la lettera e facendo notare che è contro la legislazione in vigore chiudere un contratto di gestione di un sito senza un preavviso congruo e , soprattutto , senza una apprezzabile ragione giuridica, posto che la legge vieta la risoluzione unilarerlae di un contratto non approvata un anticipo con forme rigorose, forme che nei contratti in oggetto, effettuati in forma telematica, non vengono mai rispettate.

Il titolare mi precisò che la chiusura derivava da alcune proteste per indeterminate violazioni alla " policy" del sito. Alla fine giungemmo all' accordo per cui antizog non veniva cancellato e rimaneva, come a tutt' oggi è, un mero archivo privato del sottoscritto. La circostanza accampata dal titolare  non era del tutto vera, perchè antizog ha sempre subito proteste e segnalazioni da parte di navigatori ( spesso prezzolati ) di parte sionista, e ciò non ha mai fatto chiudere il blog in oltre 4 anni...Anzi, come documenteremo nelle prossime settimane, più volte la magistratura ha ribadito la liceità di antizog e il  diritto ineludibile alla libertà di pensiero.

In realtà, il titolare era preoccupato dei danni materiali ai suoi server derivanti dal massiccio attacco di hackers al blog, circostanza nuova. Il medesimo hackeraggio si era manifestato nello stesso periodo anche nei riguardi del mio Editore, il che aveva reso impossibile fino a settembre la diffusione dell' utimo libro da me pubblicato ( " Medini murato vivo").

Del resto, che la lobby sionista fosse da tempo tentata di assoldare i suoi squadristi nella delinquenza e volesse ricorrere a metodi criminali per tappare la bocca ai suoi critici, era noto. Non solo è nota l' esistenza di vere e proprie squadre di picchiatori all' estero ( in particolare in Francia), ma il ricorso al crimine informatico  era stato addirittura teorizzato da una rivista come Panorama, a commento della vicenda del " caso Holy war " ( di cui io ero il legale ) .

 In un articolo presente in rete,  il fanatico sionizzante di turno giunge fino a teorizzare un tale tipo di azioni illegali, severamente punite dalla legge.

Sconcerta che a teorizzare l' uso del crimine informatico sia stata pubblicamente una rivista di questo spessore e di questa presunta serietà, senza prendere le dovute distanze da tali dichiarazioni di squadrismo telmatico, vere e proprie istigazioni a delinquere , nei cui confronti il giornalista indulge colpevolmente.

Fatto sta , che i gruppi sionisti presenti sulla rete e che sono il braccio della  " commissione sull' antisemitismo " finanziata dal Parlamento dell' Onorevole Fini, non si sono  fatti mancare neppure il brivido di ricorrere all' illecito per giungere ai loro scopi anticostituzionali e liberticidi. E, guarda che strana coincidenza, proprio contro antizog,  il blog che aveva fatto da cassa di risonanza proprio a questo processo e che aveva pubblicato gli scottanti documenti delle illegalità giudiziarie ivi perpretrate...

Si vede che la commissione parlamentare sull' " antisemitismo" ora paga bene i suoi banditi e i suoi hackers, disponendo di ben 300.000 euro di "badget", cavati amabilmente dalle tasche  degli Italiani e  non si fa mancare nulla nella sua lotta alla libertà di opinione, neanche di finanziare quattro banditi telematici...

La soluzione della trasformazione in archivio privato  mi andava comuque benissimo, posto che nulla è più facile che riaprire un blog in lidi più ospitali, e io stesso avevo intenzione di raccogliere i vecchi post in alcune antologie monotematiche ( " il caso Medini", " Cronache di Forcolandia", " il processo a toghe e forchette" e così via ). E' chiaro che tutti questi post non sarebbero comunque rimasti in rete, una volta pubblicati in libri ( che altrimenti non sarebbero stati proficuamente venduti, scusate la schiettezza " commerciale" ..).

Ora il nuovo antizog riparte dal punto in cui il vecchio era giunto a destinazione. Molti Lettori si dicono preoccupati dall' aver letto in giro nella " blogosfera" che tale chiusura sarebbe invece derivata da oscuramento giudiziario. Ciò è falso  ed è frutto di menzogne propalate da alcuni diffamatori di professione, forse sul " libro paga " della signora Nierenstein, la attempata suffragetta cui il sionismo italico transazionale ha affidato i suoi rancori e la sua sede di vendetta atavica.

Volte una prova inconfutabile ? Allora digitate l' indirizzo del vecchio blog :


Visto ? Appare una scritta in cui si dice che " il proprietario ha reso privato il sito ". Se la sparizione dagli indici di ricerca derivasse da oscuramento giudiziario, comparirebbe la scritta " sito oscurato dall' autorità giudiziaria di .... in virtù di decreto nr....".

I propalatori di tali menzogne paiono essere le stesse persone che in questi mesi, novelli Maramaldi, hanno destato una violenta campagna di diffamazione del sottoscritto su internet, per la quale sono già stati denunciati ampiamente.

Il blog continua, ma la circostanza di questo doveroso chiarimento ci induce a ritenere opportuno svolgere anche alcune considerazioni circa la rinnovata virulenza censoria degli ambienti del giudaismo " di stanza " in Italia in questi mesi e il loro declamato obiettivo di chiudere la libertà di espressione e di critica politica su internet, realtà che sfugge ai loro unghiuti monopoli e che è intrinsecamente libera, liberale, democratica e anti-monopolistica.

Ritorneremo quindi ancora su questo punto e in particolare sull' abietto comportamento della cosiddetta " commissione Nierenstein" la cui adunca attenzione si è appuntata anche su questo sito e che è indubitabilmente anche all' origine della aggressione giudiziaria " a regia " patita dal sottoscritto in questi mesi ad opera della procura di Pordenone :  sono tante le circostanze che inducono a questa conclusione.

Ringrazio i moltissimi ammiratori di questa libera testata informativa e vi dò appuntamento al prossimo post sull' argomento.

avvocato Edoardo Longo



( 1 - continua ) 

martedì 21 dicembre 2010

prove tecniche di dittatura

PROVE TECNICHE DI DITTATURA.


Qui a lato pubblichiamo la recensione al volume prove tecniche di dittatura comparsa quest' anno su Il Courrier du  Continent.

Per altre informazioni sul testo e per acquistarlo ( è possibile farlo solo tramite web e per corrispondenza ), cliccare

venerdì 17 dicembre 2010

ebook

PROVE TECNICHE DI DITTATURA.
la versione e-book in lingua francese.

Ricordiamo che da questo sito è possibile scaricare la versione e-book del libro prove tecniche di dittatura.

Il testo dell' e-book è in lingua francese, poichè è la riedizione del testo pubblicata i varie puntate dalla rivista Courrier du continent.

L' e-book, in formato pdf è scaricabile gratuitamente cliccando

QUI. 

giovedì 16 dicembre 2010

Un caso di repressione in I-ta-lya

UN ESEMPIO DI REPRESSIONE IN I-TA-LYA.

Pubblichiamo a lato l' articolo con cui il mensile elvetico ( ma diffuso in lingua francese in almeno 60 nazioni ) Il Courrier du Continent , organo del N.O.E. ( = Nuovel Ordree Europeen ) dal 1948, ha dato la notizia dell' annullamento degli arresti illegali comminati all' avvocato Edoardo Longo dalla connection sionista all' interno del tribunale di Pordenone.

Il titolo è eloquente : Un esempio di repressione in Italia. Italia che, purtroppo, dobbiamo chiamare I-ta-lya, alla giudea, come la chiamano i sionisti fanatici nei loro dispacci interni, sottolineando il fatto che la nostra nazione  è ormai " cosa loro", una mera " espressione geografica", come la chiamava con alterigia già il Metternich...

Siamo ormai un paese coloniale, alla periferia di Z.O.G.

( la pagina " Cronache da forcolandia è stata aggiornata :
 :   http://www.facebook.com/pages/Cronache-da-Forcolandia/120344684694348  )

Gli usurai della Terra

GLI USURAI DELLA TERRA.

Presto, per i tipi delle edizioni Edoardo Longo, una ristampa di un testo  imprescindibile  degli anni '20 : di Luigi Magrone : la malavita Politico - Bancaria contro lo Stato Fascista,  edito nel 1923 e diffuso in migliaia di copie, un vero best -seller  per quiei tempi.

Nonostante il tempo decorso, il libro è di  notevole attualità : ieri come oggi gli intrighi internazionali degli usurai della terra  tentano di sovvertire ogni tipo di governo che combatta i loro sporchi interessi di strangolamento dei popoli.

Ieri il regime fascista, oggi qualunque governo che persegua autentici interessi nazionali.

I loro metodi - strangolamento dei piccoli risparmiatori, crack finanziari pilotati ad arte per succhiare le risorse dei popoli, prezzolamento di politici corrotti per far cadere governi nazionali : anche la cronaca politica di questi giorni conferma la attualità di questo libro, censurato dai camerieri editoriali degli Usurati internazionali fino ad oggi.

Chi volesse prenotare la nuova edizione, può scrivere a :


venerdì 10 dicembre 2010

il portale del " caso Holy war "

IL NUOVO PORTALE DEL " CASO HOLY WAR AGAINST ZOG".

Sono di nuovo facilmente reperibili in rete  tutti i documenti e i commenti ( a favore e contro ) la vicenda del caso Holy war against ZOG".

Tutti questi dati erano presenti già nel vecchio blog " holywar" ora reso archivio privato non consultabile, ma con un certosino lavoro di ricerca li abbiamo indicizzati in una apposita pagina che permette di consultarli con facilità, senza complesse ricerche con motori di ricerca.

In sostanza, un lavoro di indicizzazione come era stato effettuato nel vecchio blog, ma molto più ricco di dati e documenti : se prima tali dati erano circa una trentina, ora essi sono oltre cinquanta e forniscono il più ampio raggio di documenti per chiunque volesse studiare da vicino questa problematica e complessa vicenda giudiziaria, di cui stiamo studiando la revisione processuale.

Tuti i dati non erano pubblicati nè sul vecchio antizog, nè sul chiuso " holywar", ma su altri siti. Circostanza di cui forse in molti non si sono accorti. per riproporli, non abbiamo divuto fare altro che una attenta  ricerca sui motori più potenti del web, e segnalarne quindi i link in modo monotematico.

Contro chi vive imbavagliando il prossimo e cercando di ucciderlo se troppo intellettualmente pericoloso, la risposta è nel non deflettere dalla democratica ricerca intellettuale e culturale scomoda.

Dobbiamo dare anche una ulteriore brutta notizia a costoro, appresa in queste ore.

Benchè il vecchio sito antizog sia stato reso dal titolare un archivio privato irreversibile e quindi non sarà più consultabile da nessuno,  senza concessione di visione a terzi, alcuni Lettori ci hanno informati di aver salvato per conto loro,   tempo fa, l' intiero sito su un sito all' estero dove vengono salvati tutti i documenti liberamente scaricabili, per cui, benchè su altri link di cui ora non disponiamo dei dati, una versione " replicante " ed uguale del vecchio antizog è ancora on line liberamente . Non so dirvi a quale indirizzo, a me sconosciuto.

Come crollò l' Unione Sovietica, così crollerà la presente dittatura del Pensiero Unico, controllata dalla lobby giudaica e puntellata dai suoi criminali cui viene data " licenza di uccidere" e saccheggiare le vittime, come nel Medioevo. Un medioevo del diritto targato " sion".

Il link cui accedere alla pagina de Il caso Holy war  e al relativo portale/motore di ricerca, è il seguente :

martedì 7 dicembre 2010

Sicofanti. L' ora di Giuda


SICOFANTI. IL " PENTIMENTO " DEL REO E I SUOI RIFLESSI SULL' INGIUSTIZIA PENALE .


Pentiti ? Collaboratori di giustizia ? Infami ? Come definire coloro i quali, rei di gravissimi reati, una volta con le mani nel sacco, confessano " peccati " altrui e lucrano enormi vantaggi processuali quali cospicui sconti di pena ed altri " benefit" giudiziari ? Il testo è una completa disamina degli effetti perversi sul sistema penale del fenomeno del " pentitismo" politico e no. Il testo, corredato da oltre 600 note bibliografiche, è una monografia unica, un trattato organico sull' argomento, arricchito dai documenti di una casistica recente dai contorni realmente inquietanti. Fondamentale.
Un ' altra recensione, di scottante attualità, è quella pubblicata sul blog di GeorgiusVitalicus. e tratta dal comunicato stampa del 22 giugno diffuso dal Comitato dei sostenitori di Antizog dal titolo : la liberazione dell ' avvocato Edoardo Longo e i retroscena inconfessabili del suo arresto illegale".
Per maggiori informazioni sul libro e per acquisto di copie, cliccare :

lunedì 6 dicembre 2010

tribunali speciali in Italia

LA DEMOCRAZIA SOSPESA.
TRIBUNALI SPECIALI IN  ITALIA.
Esistono ancora tribunali speciali in Italia dopo la caduta del Fascismo ? La risposta sconsolata è SI. la Costituzione repubblicana resta lettera morta nell' ambito dell' avvocatura in cui sono rimasti in vigore i tribunali speciali voluti dal Fascismo per controllare il dissenso nell' ambito della categoria forense. Oggi tali tribunali perseguitano gli oppositori politici dell' attuale regime, nonchè gli avvocati scomodi per la lobby giudiziaria più insensibile ai valori costituzionali. Il testo è costituito da un articolato ricorso dell' avvocato Edoardo Longo che svela questi occulti e misconosciuti fondali di illegalità celati nel mondo dell' avvocatura. un libro rivelatore ed il primo sull' argomento.

il blog della casa editrice dell' avvocato Edoardo Longo

RITORNA " LO SCAFFALE " !

Ritorna il grande stile il blog Lo Scaffale, che ho reso privato sulla precedent epiattaforma, " infettata " da un violento  hackeraggio di parte sionista e sicuramente eterodiretto da persone vicine alla procura di Pordenobe.

Come spesso succede, i malvagi ottengono un risultato diametralmente opposto a quello cercato . oscurare la mia attività intellettuale e cultgurale esplicata su questo blog non è servito a nulla.

Il blog era ormani inadatto a segnalare l' attività della mia  editrice e non veniva più aggiornato da quasi un anno, benchè fosse arrivato alla quota di circa 5000 accessi, il che significa che dallo stesso erano state scaricate dalle  6000 ai 20.000 copie degli e-books ivi pubblicati in forma gratuita.

Ora il blog ritorna, su altra piattaforma, e diviene il blog delle edizioni dell' avvocato Edoardo Longo, e conterrà, oltre ad alcuni testi scaricabili gratuitamente, il catalogi dei libri da me editi, il form per l' acquisto, le  recensioni ai libri che verranno pubblicate, altri commenti, segnalazione degli sconti librari periodici, anticipazioni delle novità, e tutte le altre informazioni utili ai Lettori. Insomma, un blog molto più duttile ed articolato di qello vecchio, che si limitava  a segnalare gli e-books dei miei scritti che venivano pubblicati sul vecchio "antizog".

Scornati ancora una volta i miei avversatri circoncisi ( circoncisi nel cervello, ritengo ...) , segnalo l' indirizzo del blog che verrà a breve messo o line :

LO SCAFFALE.

Il blog della casa editrice dell' avvocato Edoardo Longo.



Per chi fosse affezionato al vecchio " scaffale ", composto da una sola pagina che pur ha generato le ire dei violenti ed intolleranti aggressori del sottoscritto ( uno di essi mi ha pure sequestrato in Studio anni fa per derubarmi e minacciarmi per la mia attività culturale ), lo può trovare a questa pagina :





I miei violenti avversari sono gente che odia la cultura e i libri li vorrebbe bruciare nei roghi della intolleranza giudaica. Non potendolo fare, pensano che la soluzione migliore siua uccidere coloro i quali li scrivono..... E osano parlare in nome della " democrazia " ... che schifo. 



venerdì 3 dicembre 2010

Onore a un grande Camerata

E' mancato il prof. Paolo Signorelli. Onore ad un grande Uomo e a un grande Camerata.



Ho appreso poco fa della morte del prof. Paolo Signorelli, proprio mentre mi accingevo a scrivergli per ringraziarlo  del Suo impegno, anche a mio favore, come combattente contro  vergognosa giustizia ingiusta italiana.

Sono ancora sgomento e pubblico queste poche righe  a ricordo di un grande uomo, vero ed autentico combattente, un nazional-rivoluzionario come ce ne sono stati pochi. Un esempio, per la mia generazione politica che ha vissuto i corruschi " anni di piombo".

Vittima della giustizia ingiusta dei corrotti tribunali italiani antifascisti,  ottenne il riconoscimento della sua innocenza dopo anni e anni di patimenti e di carcere duro, dopo che gli venne devastata la vita ad opera di quei ripugnanti e corrotti  " signori delle toghe " di cui è composta la magistratura italiana.

Dedicò il resto della Sua vita a combattere la vergogna della giustizia ingiusta, da grande combattente quale era. Egli ha subìto sulla sua carne il morso dei tanti Sinedri corrotti che  condannano gli innocenti, fin dai tempi di Kaifa, fin dalla caduta dell' uomo, dagli albori del tempo. ha patito anche lui il Calvario che martoria gli uomini giusti. Dio gli sia benigno . " Non chi solo prega con la bocca  è vicino a Dio, ma chi fa la volontà del padre mio". Così dice Cristo nel Vangelo. Il prof. Signorelli ha combattuto tutta la vita l' ingiustizia dei tribunali e la offesa che costoro portano alla Verità e alla Giustizia.

Ricordo di lui una frase che ben fotografava questo tempo infame e degradato, che trova il suo apice di abiezione nelle corti giudiziarie : " Viviamo in tempi in cui Giuda si congiunge con Caino"....

Come Amico, Camerata e Cattolico, prego che Dio lo accolga nel suo Regno dei Giusti, donandogli  quella giustizia e quella pace che gli uomini di questa corrotta " democrazia giudiziaria " antifascista gli hanno sempre negato. " Beati coloro che hanno patito per la giustizia, perchè di essi è il Regno dei Cieli".

Edoardo Longo